Archivi categoria: Gramsci news

Ottobre-Dicembre 2019, “Transamerica#2. Viaggio nella storia e nell’attualità del nuovo mondo”

Il GramsciLab collabora con l’associazione culturale Antonio Gramsci al ciclo di seminari e incontri sul continente americano.

mercoledì 23 ottobre 2019
Via Doberdò 101 Cagliari
Ore 18.00
Fare grande l’America: che cos’è il trumpismo?
con Mauro Pala (Università di Cagliari), Fulvio Lorefice (Centro Studi FBLab)
Coordina: Laura Stochino (Associazione Culturale Antonio Gramsci Cagliari)

mercoledì 20 novembre
Via Doberdò 101 Cagliari
Ore 18.00
America Latina di lotta e reazione. L’opposoizione a Bolsonaro
con Gianni Fresu (Universidade Federal de Uberlândia, Brasile) e Anderson Deo (Universidade de Marília, Brasile)
Coordina: Giovanni Fancello (Associazione Culturale Antonio Gramsci Cagliari)

venerdì 6 Dicembre 2019
Aula Magna ex Scienze Politiche, Via Sant’Ignazio, 78
Ore 17.00
Relazioni pericolose: Stati Uniti d’America e Europa
Con Fulvio Scaglione (giornalista), Federico Romero (Istituto Universitario Europeo di Siena), discussant Gianluca Borzoni (Università di Cagliari)
Coordina: Simone Seu (Associazione Culturale Antonio Gramsci Cagliari)

mercoledì 11 dicembre 2019
Aula Magna ex Scienze Politiche, Via Sant’Ignazio, 78
Ore 17.00
Cuba Vive! Sessant’anni di uno stato socialista
Tavolo rotonda con José Carlos Rodriguez Ruiz (Ambasciatore per Cuba a Roma), Irma Dioli (Presidente Nazionale Associazione Amicizia Italia-Cuba), Gianluca Borzoni (Università di Cagliari), Franco Uda (segretario regionale ARCI).
Coordina Simone Cardia (segretario Circolo José Martí Sinnai – Cagliari)

II ciclo di seminari “Stato, lavoro e capitale globale”

Istituto Gramsci Sardegna- Gramsci Lab – CGIL Sardegna

II ciclo di seminari 

(maggio-giugno 2019)

 Stato, lavoro e capitale globale

Le dinamiche del conflitto capitale-lavoro e delle relazioni industriali: movimenti sociali e sindacati

 

…l’azione politica della classe operaia (rivolta a instaurare la dittatura, a creare lo Stato operaio), acquista valore storico reale solo quando è funzione dello sviluppo di condizioni economiche nuove, ricche di possibilità, avide di espandersi e di consolidarsi definitivamente. Perché l’azione politica abbia buon esito deve coincidere con un’azione economica
(A. Gramsci, “Lo strumento di lavoro” in L’Ordine Nuovo, 14 febbraio 1920,

L’Ordine Nuovo 1919-1920, a cura di V. Giarratana e A. Santucci, Einaudi Editore, 1987, p. 413). 

 

CALENDARIO DEI SEMINARI

8 maggio

Relatore: Prof. Pietro Maltese – Università di Palermo

Istruzione e produzione nei Quaderni del carcere

  13 maggio

Relatore: Prof.Lidia Greco – Università di Bari

Il lavoro nelle catene globali del valore

  16 maggio

Relatore: Prof.RobertoPedersini – Università Statale di Milano

Politica e relazioni industriali nell’Unione Europea. Tendenze recenti

  23 maggio

Relatore: Prof. Katia Pilati – Università di Trento

Tradeunionism e movimenti sociali del lavoro

  30 maggio

Relatore: Prof.Fulvia D’Aloisio – Università della Campania – Luigi Vanvitelli

Mitbesitummung e partecipazione nella prospettiva antropologica. La traduzione culturale di un sistema di relazioni industriali in Automobili Lamborghini

Discussant: dott. VolkerTelljohann, ricercatore IRES Emilia-Romagna

 3 luglio

Relatore: Prof.PraavenJha – JawaharlalNehruUniversity – Centre for EconomicStudies and Planning, School of Social Sciences

Some Reflections on Economics and Politics of Labour in Contemporary India

 

Scarica il programma e le info Stato, lavoro, capitale globale II

Ciclo di seminari: Stato, lavoro e capitale globale

Il Centro interdipartimentale GramsciLab con l’Istituto Gramsci della Sardegna organizzano il I ciclo di seminari introduttivi alla Scuola Estiva di Alta Formazione Politica sugli Studi Internazionali Gramsciani per le Scienze Politiche e Sociali

 Stato, lavoro e capitale globale. Le dinamiche del conflitto capitale-lavoro e il ruolo degli Stati

 

Obiettivi

Oggi più che mai, anche in virtù delle spaccature in atto nell’Unione Europea, ci si deve interrogare, sotto diverse prospettive, sul ruolo degli Stati, delle organizzazioni sovra-nazionali, e dei singoli gruppi sociali nel processo di globalizzazione. Il ciclo di seminari Stato, lavoro e capitale globale si propone di approfondire in prima battuta il complesso rapporto fra Stato, globalizzazione e lavoro inserendosi in un dibattito in cui per lungo tempo la globalizzazione è stata letta come fenomeno di progressiva marginalizzazione del ruolo degli Stati e di erosione del loro potere. In realtà, differenti concettualizzazioni di Stato più lontane dalla tradizione liberale, a partire da Antonio Gramsci, sottolineano che il ruolo degli Stati è da sempre centrale nella storia del capitalismo nazionale e globale. All’interno di questo prisma molto ampio, vi è poi la questione dell’autonomia degli Stati nel contesto della  globalizzazione. Sostenere che lo Stato sia un attore fondamentale nei processi della globalizzazione, non equivale infatti all’affermare che le sue azioni e che le sue scelte di politica economica siano scevre da qualsiasi tipo pressione. Il corso cerca di indagare dunque quale tipo di relazione intercorre tra lo Stato e il capitale nazionale e internazionale e tra lo Stato e il lavoro.

 

Proposta didattica: Si propone un primo ciclo di cinque seminari introduttivi alla Scuola Estiva di Alta Formazione Politica sugli Studi Internazionali Gramsciani per le Scienze Politiche e Sociali, da svolgersi nel mese di luglio 2019. Questo primo ciclo sarà dedicato alle dinamiche del conflitto capitale-lavoro nella dimensione internazionale e al relativo ruolo degli Stati. Farà poi seguito, tra marzo e maggio 2019, un secondo ciclo di cinque seminari di approfondimento dedicati alle relazioni industriali e al ruolo dei sindacati nel contesto europeo ed extra-europeo.

I destinatari saranno gli studenti dei Corsi di Laurea Magistrale, dei corsi di Dottorato nonché gli attivisti politici e sindacali. Ogni seminario durerà 50/60 minuti a cui seguirà la relazione del discussant interno e una discussione generale.

Si prevede l’attribuzione di 2 cfu su approvazione di ciascun Consiglio di Corso di Laurea.

Modalità di iscrizione

Inviare una email con nome; cognome; corso di laurea; matricola, ai seguenti indirizzi: fcongiu@unica.it.

 

 Programma 

 

 18 ottobre 2018 ore 17.15, ex-Aula Baffi – via S. Ignazio 74

Angela Romano

Area: Europa dell’Est

Il blocco socialista e il processo di globalizzazione negli anni Settanta: interpretazione del fenomeno, strategie e politiche in risposta all’espansione del capitalismo

Discussant interno: Christian Rossi

 

25 ottobre 2018 ore 17.15, ex-Aula Magna Scienze Politiche – via S. Ignazio 78

Stefano Bellucci

Area: Africa Sub-sahariana

Gramsci e gli studi africani su cultura, società e potere

Discussant interno: Isabella Soi 

 

16 novembre 2018 ore 17.15, ex-Aula Magna Scienze Politiche – via S. Ignazio 78

Francesco Petrini

Area: Italia/Europa

Capitalismo o democrazia. Gli anni 70 e la breve vita felice del keynesismo

Discussant interno: Gianluca Borzoni

 

 22 novembre 2018 ore 17.15, ex-Aula Magna Scienze Politiche – via S. Ignazio 78

Alessandra Mezzadri

Area: India

Il Regime del lavoro nel Made in India: lavoratori, sfruttamento e riproduzione sociale

Discussant interno: Sabrina Perra

 

 29 novembre 2018 ore 17.15, ex-Aula Magna Scienze Politiche – via S. Ignazio 78

Ivan Franceschini

Area: Cina

Egemonia negoziata: Quattro decenni di riforma del lavoro in Cina

Discussant interno: Francesca Congiu

 

Scarica il programma completo: Stato, lavoro e capitale globale

 

Referente: fcongiu@unica.it ; francesca_congiu@hotmail.com

info: gramscilab@gmail.com

Premi Tesi di Laurea magistrale 2016-18

Concorso per due premi di tesi di Laurea su “letture analitiche gramsciane di contesti sociopolitici internazionali e sulla traducibilità dei concetti gramsciani nei diversi ambiti disciplinari”.

Il GramsciLab, in collaborazione con l’Istituto Gramsci della Sardegna, bandiscono un concorso per l’attribuzione di due premi di Laurea magistrale, di euro 500 ciascuno, destinati ad una tesi di laurea magistrale sulle possibili letture analitiche gramsciane di contesti sociopolitici internazionali e sulla traducibilità dei concetti gramsciani nei diversi ambiti disciplinari.

Vai alle pagine :

Premio tesi di Laurea

http://www.istitutogramscisardegna.it/articolo.php?i=543

“A lezione da Gramsci”: un progetto tra le Università di Cagliari e Jendouba

Il progetto “A lezione da Gramsci. Stato, democrazia, società civile sulle due sponde del Mediterraneo” è stato promosso dal GramsciLab e vede collaborare il Dipartimento di Scienze sociali e delle istituzioni dell’Università di Cagliari, le Università di Jendouba e di Tunisi e l’Università Romatre. 

Si è appena svolta a Tunisi una settimana di formazione (dal 5 al 12 novembre) con la professoressa Patrizia Manduchi, la dottoressa Alessandra Marchi (GramsciLab), il prof. Gennaro Gervasio (Unitre, Roma) e il professor Baccar Gherib, rivlta ad un gruppo di studenti e studentesse di Relazioni Internazionali dell’Università di Cagliari e un gruppo di studenti e studentesse delle università di Tunisi e Jendouba aderenti al progetto. 

Il progetto, finanziato dalla Regione Sardegna con fondi Legge 19 (cooperazione allo sviluppo) prevede inoltre la visita a Cagliari degli studenti accompagnati dai docenti dell’università di Jendouba, nel mese di febbraio del prossimo anno, e si concluderà con una giornata di studi aperta al pubblico.

Attraverso lezioni frontali, seminari e workshop, l’iniziativa si propone di fornire sia agli studenti sardi sia a quelli tunisini strumenti di riflessione e approfondimento sui temi della cittadinanza, della partecipazione sociale e dello Stato, letti attraverso il prisma delle analisi gramsciane, a partire dai concetti più noti, quali Stato integrale e società civile, egemonia, subalternità e intellettuali.

 

Convegno Internazionale “Cent’anni di rivoluzioni. Percorsi gramsciani nel mondo”

Il GramsciLab e l’Università di Cagliari, insieme al Comune di Cagliari e alle Associazioni gramsciane sarde  – 

organizza il Convegno internazionale in occasione dell’Anno Gramsciano indetto dalla Regione Autonoma della Sardegna

Cagliari 27-28 aprile 2017, Auditorium Comunale, Piazzetta Dettori, Cagliari

         Un secolo di rivoluzioni. Percorsi gramsciani nel mondo

       A Century of Revolutions. Gramscian Paths across the World

 

 

Selezione pubblica studenti “A lezione da Gramsci” – scambio con la Tunisia

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE – Selezione riservata a studenti dei corsi di Laurea di Relazioni Internazionali e di Governance e Sistema Globale dell’Ateneo di Cagliari nell’ambito del progetto “A lezione da Gramsci. Stato, partecipazione democratica e società civile nelle due sponde del Mediterraneo”, finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna L.R. 11 aprile 1996 n. 19.

Bando-di-selezione-studenti

GramsciLab 2016-11-11 16:03:04

Il 1917: la guerra, la rivoluzione, l’Italia, il mondo

Conferenza del prof. Angelo d’Orsi, Università di Torino

in occasione dell’uscita del libro

1917. L’anno della rivoluzione, Laterza editore

1917

Mercoledì 23 novembre 2016, Aula Magna Palazzo Baffi – viale S. Ignazio, 74 – ore 16:30, Cagliari


Relatore: prof. Angelo d’Orsi, Università di Torino

Interverranno

Mauro Pala, GramsciLab, Cecilia Novelli, DISSI

Antonello Angioni, Ist. Gramsci della Sardegna

The International School of Gramscian Studies, the Ghilarza Summer School (GSS) 2016

The International School of Gramscian studies, the Ghilarza Summer School (GSS) 2016, will take place from September 5 until September 10, 2016 in Sardinia. This initiative is organised by the Casa Museo Antonio Gramsci of Ghilarza, in collaboration with the Fondazione Istituto Gramsci (Rome), the International Gramsci Society (IGS) and the Laboratorio di Studi internazionali gramsciani of the University of Cagliari, as well as with the financial support of the Fondazione di Sardegna.

The initiative forms a part of the calendar of events scheduled for the ‘Anno gramsciano’ instituted by the Region of Sardinia in order to celebrate the 80th Anniversary of the death of Antonio Gramsci and to give institutional recognition to our famous fellow citizen.

The GSS aims to be a place of encounter and collaboration among the most important Gramsci scholars in the world, but also a space in which the Italian historical-philological tradition can enter into a dialogue with the theoretical and analytic approaches that are dominant in the Anglophone world. The theme of this edition of the GSS is ‘The Extension of Ideology: Folklore, Religion, Common Sense, Good Sense, Philosophy’. The goal of the course will be the reconstruction of the original rethinking of the notion of ideology in Gramsci’s Prison Notebooks.

Going back to the origins of the concept in the seventeenth century, and at the same time intervening in the contemporary debate about the connection between ideology and knowledge, Gramsci, from within Marxism, expands the meaning of ideology, liberating it from any reductionist and merely critical-negative sense. In this way, Gramsci relates ideology to a series of other concepts – from folklore to religion, common sense and philosophy – which, in their articulation, explain the ‘cultural’ and note merely instrumental and administrative functioning of the ‘hegemonic apparatuses’. The different lectures of the GSS, in their structure and sequence, will focus upon the stages that led to this redefinition, simultaneously highlighting those aspects particularly relevant to the contemporary debate and to the critical analysis of culture and apparatuses of power, paying particular attention to the new notion of the ‘intellectual’ developed in the Prison Notebooks.

The GSS intends to be a laboratory that provides a home for the research of scholars of Gramsci’s thought, and of undergraduate, postgraduate and doctoral research students. It adopts an approach of an historical and interdisciplinary nature. The seminars will discuss the selected theme from a dual perspective, that is, both in terms of an immanent reconstruction of the delineation of the question according to the internal logic of Gramsci’s texts, and in terms of its projection and presence in the contemporary scholarly discussion and theoretical debates internationally.

The teachers of the GSS 2016 are: Joseph A. Buttigieg (University of Notre Dame, Indiana/USA), Giuseppe Cospito (Università di Pavia), Romain Descendre (ENS, Lyon), Gianni Francioni (Università di Pavia), Fabio Frosini (Università di Urbino), Francesca Izzo (Università di Napoli “L’Orientale”), Anne Showstack Sassoon (Birkbeck, University of London), André Tosel (Université de Nice Sophia Antipolis), Jean-Claude Zancarini (ENS, Lyon), Cosimo Zene (SOAS, University of London).

The scientific committee of the GSS also includes: Gianni Fresu (Universidade Federal de Uberlândia, Minas Gerais/Brasil, e Associazione “Casa Museo Antonio Gramsci”, Ghilarza), Dora Kanoussi (Benemérita Universidad Autónoma de Puebla, México), Fiamma Lussana (Università di Sassari), Mauro Pala (Università di Cagliari), Giancarlo Schirru (Università di Cassino), Peter D. Thomas (Brunel University, London), Giuseppe Vacca (Fondazione Istituto Gramsci, Roma).

15 scholarships have been assigned, as noted in the call for applications, on the basis of the presentation of projects and CVs. A large number of applications was received, from ten different countries and 3 different continents.

The GSS is committed to gender equality, and particularly encourages applications from female researchers. As a result, the majority of the scholarship holders this year are women (as was also the case at the 2014 GSS). The winners receive a scholarship consisting in the costs of accommodation, board and travel during the GSS in Ghilarza. The composition of the group of scholarship holders for the 2016 GSS is the following: 4 from Italy, 3 from Brazil, 2 from Argentina, 1 from Mexico, 2 from the USA, 2 from France and 1 from the UK. 3 of the scholarship holders this year were also successful applicants to the 2014 GSS. The complete list of the selected candidates, with further information on their projects and intellectual formation, can be consulted on the website of the Associazione Casa Museo A. Gramsci (www.casagramscighilarza.org) and of the Fondazione Istituto Gramsci di Roma (http://www.fondazionegramsci.org/).

The GSS also offers the opportunity for the wider public to participate in some of its activities, both in Ghilarza and in Cagliari, where the GSS will conclude on Saturday 10 September. There are three events open to the public. On Monday 5 September, Professor André Tosel will open the GSS with a lectio magistralis on ‘Democracy, Philosophy, Ideology and Society Today’ at the Aragonese Tower in Ghilarza. On Friday 9 September, Professor Gianni Francioni will deliver the final lecture of the GSS on ‘The Extension of Ideology in Gramsci and the Genesis of it Articulations’. In the morning of Saturday 10 September in the Rectorate of the University of Cagliari, the GSS and its sponsor the Laboratorio di Studi internazionali gramsciani of the University of Cagliari will host a roundtable entitled ‘Gramsci in the World Today’.

The lecture series will be video recorded by EjaTV, a media partner of GSS, which will provide daily updates on the webplatform: www.ejatv.com.

The GSS intends to begin a scholarly and politically and socially engaged project in a long-term perspective. The institutional support of the academic world and of cultural institutions more generally, both in Sardinia and internationally, testifies to the importance of such a project and its local and international relevance. Furthermore, the choice of Ghilarza as the host location of the event gives witness of an affective and cultural dimension linked to the region in which ‘Nino’ Gramsci grew up. Gramsci’s rootedness in the local environment, and the impact it had upon his maturity, offers a meaningful support for the renewal of the reading of Gramscian themes also in Sardinia.

For further information: ghilarzasummerschool@gmaif.