INCONTRI E SEMINARI: Giornata della memoria 2015

 INCONTRI E SEMINARI Giornata della memoria 2015 Ciclo seminariale: I regimi fascisti e la persecuzione degli ebrei dalle leggi razziali alla Shoah. Claudio Natoli  GENNAIO: Martedì 20, Mercoledì 21, Giovedì 22, Venerdì 23, Lunedì 26, Martedì 27 ore 11-13, Aula 15 della Facoltà di Studi Umanistici   GIORNATA DELLA MEMORIA: Liberazione e ritorno: memoria silenzi rimozioni  Martedì 27 gennaio, ore 15,30 – 19,00 Aula Magna del Corpo aggiunto del Polo Umanistico   Programma: Claudio Natoli (Università di Cagliari) La Liberazione e lo spirito del 1945 Enzo Collotti (Università di Firenze) La Liberazione dei campi e l’amara realtà del ritorno: memoria, [...]

Overview

My research deals mainly with qualitative properties of solutions to elliptic equations. Shortly, the problem is to understand the effects of the geometry of the domain on the solutions of the Dirichlet problem, taking into account the properties of the equation and the boundary data. I also have a role in popularizing mathematics at school level [12], [30]. Further reading, in English: List of papersMain resultsRefereeingPapers I reviewed for MR / ZblVisited institutesMeetings: organization / participationList of talksFurther reading, in Italian:Commissioni di concorso e di dottoratoAttività didatticaConferenze divulgative e seminariLe origini

Spirali. All’origine delle forme viventi.

Le spirali hanno sempre esercitato un notevole fascino sull’uomo per la loro bellezza e complessità, stimolando l’interesse di artisti, maghi e scienziati. Disegni di spirali si ritrovano tra i primi graffiti di epoca preistorica. Motivi a spirale sono molto diffusi nei monili dell’età del bronzo. Tatuaggi e incisioni a forma di spirale sono tuttora utilizzati dai Maori della Nuova Zelanda (tanto che secondo alcuni la spirale di Archimede dovrebbe essere chiamata spirale dei Maori). Lo stesso rapporto aureo (circa 1.618), adottato come canone estetico dall’arte greca, corrisponde ad un preciso sviluppo spirale noto come serie di Fibonacci (1175-1240 circa). La bellezza delle spirali incantò anche Jacob Bernoulli (anni 1654-1705) che le studiò con passione e le volle riprodotte sulla propria tomba. Ma tutta la natura è ricca di forme a spirale. La più comune è quella della chiocciola. Meno comune ma molto elegante è quella del nautilus. La più grande è quella delle galassie (anche se non tutte sono formano spirali). L’origine fisica della forma a spirale è evidente nelle turbolenze dei fluidi e dei gas, come i gorghi d’acqua ed i mulinelli d’aria. Ma nessuno sospetterebbe che semplici spirali siano in grado di creare anche forme, simmetrie e strutture assai complesse, come quelle di organismi uni- e pluricellulari (diatomee, radiolari, ricci, stelle di mare, fiori, ecc.).

I grafici che mostro li ho creati con poche righe di basic. L’algoritmo traccia una spirale che si avvolge su una seconda spirale. Queste curve in geometria sono dette ‘roulettes’. Tuttavia, il repertorio di roulettes presente nei testi di geometria è piuttosto povero e limitato a poche forme (spirografo, cardioide, nefroide, astroide, ecc.). Io ero più interessato alle analogie con le forme viventi e meno alle funzioni.

L’aspetto forse più interessante di queste immagini è costituito dalla notevolissima diversità delle forme prodotte con piccolissime variazioni dei parametri (nell’ordine di un centomillesimo). Questo potrebbe definirsi ‘effetto seme’ o ‘effetto gene’. In effetti l’algoritmo è sempre lo stesso, per tutte le forme. Cambiano solo uno o due parametri. Un secondo aspetto anch’esso interessante è il fatto che, per quanto le forme siano generate da un procedimento assolutamente omogeneo, esse mostrano classici elementi anatomici, quali cavità, spine, raggi, biforcazioni, ecc. con simmetrie simmetrie radiali o bilaterali. Questo dimostra empiricamente come la varietà delle strutture che compongono l’anatomia di un essere vivente sono la conseguenza di un processo omogeneo di morfogenesi e di differenziamento, che purtroppo siamo ancora ben lungi dal comprendere. L’ultima analogia con le forme viventi riguarda il processo di selezione naturale, per il quale un gran numero di individui con mutazioni sfavorevoli è condannato a scomparire. Nel caso dell mie forme, la selezione l’ho fatta io. Moltissime erano almeno apparentemente senza logica (brutte, per intenderci)… e non sono sopravvissute.

Giacomo Diaz

COLLECT4COLLECT2COLLECT3COLLECT1

Valutazione della Porva scritta di Storia moderna

Valutazione della prova scritta di Storia moderna   Elena BELLU ……………………….. 30 e lode Margherita BELLU ……………….. 28/29 Iacopo CASTELLANI ……………… 26 Federica COCCO ……………………. 29 Laura COSSU (matr. 65010) …… 18 Giulia DE SILVESTRI …………….. 27/28 Daniele ESPA ……………………….. 30 Alice EVARISTO …………………… 18 Daniele MELIS ……………………… 30 Paolo MURGIA (matr. 65129) .. 18 Alessia MURRU …………………….. insufficiente Giulia OTTONELLO ……………… 18 Chiara PILI …………………………… 29 Maria Elena PIRAS ……………….   insufficiente Melania PIRAS ……………………… 30 Roberta Piras ……………………….. 24/25 Federico PISU ………………………. 28 Martina PITZALIS …………………. 26 Stefania PUXEDDU ……………….. 27 Luisa Luciana SANNA ……………..24 Anna Paola TIDU ………………….. [...]

ELENCO FREQUENTANTI il corso di Psicologi dell’Educazione (Dott.ssa Pedditzi)

FREQUENTANTI (5 – 9 esercitazioni) Anedda A. 57862 Angioni T. 59570 Artudi M. 59120 Argiolas T. 58066 Atzeni J. 59131 Ballestoros M. 65005 Bandino E. 59543 Bicchiri C. 59019 Bodano A. 58983 Boi M. 57713 Brughitta G. 59611 Cabua R. 59599 Cadoni M. 58986 Cardia M. 59008 Caria D. 59117 Carta E. 58977 Carta S. 50043 Ciani C. 59082 Cirronis S. 59982 Collu V. 59000 Congia I. 54975 Congiu D. 59516 Contu D. 59017 Cossu M.. 59671 Cossu M. 58974 Costa L.R. 58967 De Agostini C. 58973 Deiana G. 59035 Demontis A. 50842 Dessì C. 59641 Di Napoli D. 57113 [...]

Modalità d’Esame per il 15 gennaio 2015 e per i successivi appelli

Gli studenti che hanno frequentato il corso di Psicologia dell’Educazione nell’A.A. 2014-15 e hanno preso parte alle esercitazioni (da 5 a 9) potranno sostenere l’esame secondo il seguente programma: 1) Mason, L. (2006). Psicologia dell’apprendimento e dell’istruzione, Il Mulino, Bologna 2) Celi, F., Fontana D. (2003). Fare ricerca sperimentale a scuola. Una guida per insegnanti e giovani ricercatori, Erickson, Trento (escluso capitolo 8). 3) Pedditzi, M.L. (2005). L’orientamento educativo: prospettive nella scuola che cambia, CUEC, Cagliari (esclusi i capitoli 4 – 6 e 8). Per gli studenti frequentanti l’esame sarà scritto: 4 domande a risposta aperta sui testi e sugli [...]

Laboratorio ” La Valutazione ambientale strategica dei PUC in adeguamento al PPR” – 19-26 gennaio 2015

Si informano gli studenti del CdS che il 19 gennaio inizierà un laboratorio dal titolo “La Valutazione ambientale strategica dei Piani urbanistici comunali in adeguamento al Piano paesaggistico regionale“.

Il laboratorio, coordinato dal prof. Corrado Zoppi, docente di Tecnica Urbanistica, prevede 54 ore di lavoro in aula (tra didattica frontale ed esercitazioni collettive) e 21 ore di lavoro individuale per la redazione dell’elaborato finale. Le attività si svolgeranno presso le aule della Facoltà di Ingegneria e Architettura in piazza d’Armi.

Il laboratorio prevede che nella giornata conclusiva, il 26 gennaio, gli studenti debbano presentare il proprio elaborato finale e discuterlo collegialmente.

Agli studenti partecipanti sarà rilasciato un attestato di frequenza e profitto.

La partecipazione al laboratorio consente di acquisire 3 CFU di tipo D per il completamento del monte crediti a scelta dello studente.

Maggiori informazioni sono consultabili sulla locandina di presentazione.